ESCLUSIVE

COMUNICARE EMOTIVITA’

La nostra intervista esclusiva con la brillante attrice Noemi Gherrero

Noemi Gherrero, all’anagrafe Noemi Maria Cognigni, è nata a Napoli il 23 Marzo del 1988 . Eclettica e piena di interessi, la giovane si è formata alla Scuola d’Arte Cinematografica di Roma ed ha anche conseguito una laurea in Relazioni Internazionali. Alla bella e giovane attrice, modella e conduttrice, Rai Tre ha affidato un nuovo format che riguarda l’uso corretto della lingua italiana, occasione che ha permesso alla Gherrero di farsi conoscere presso il grande pubblico. Impegnata adesso nella promozione  del film “vecchie Canaglie”  che hanno visto la brillante attrice napoletana affiancare maestri della  commedia  italiana,  come Lino Banfi ed Andy Luotto. Abbiamo fatto due chiacchiere con questa bravissima artista per farci raccontare questo uo ultimissimo lavoro e non solo…

Come nasce il tuo percorso professionale ?

“Nasce quasi per caso anche se io non credo nel caso. Credo che le cose ci spettino e che ci arrivino, se davvero le desideriamo. Tutto nasce un giorno in periferia di Napoli. Mi trovavo in un supermercato e mi fermarono per un provino per un musical”.

Ti senti più attrice o conduttrice?
“Sono due cose diverse ma hanno in comune la comunicazione e la comunicazione di ciò che si è, della propria emotività. Il mestiere dell’attore lo sento molto e mi diverte, mi intriga tanto ma ho scoperto di essere davvero a mio agio nell’ essere me stessa. Al momento, non sceglierei”.
Ci spieghi meglio il tuo ruolo in vecchie canaglie?
Il ruolo di Martina, che avete visto al cinema, è molto surreale, caratterista e divertente, come tutti gli altri Personaggi. È l’icona della ragazza della porta accanto, dolce e romantica, forse un po’ ingenua ma che assolve esattamente a se stessa”.
Tre cose nella tua vita a cui non puoi rinunciare?
“L’ amore innanzitutto. Amare per me e ciò che desidero, ciò che costruisco non senza fatica ogni giorno. Amore per chi ami e per la mia famiglia. La fede. I viaggi, le scoperte”.
Un progetto futuro da Realizzare ?
“Il primo corto da regista”.
Come ami trascorrere il tuo tempo libero?
“Viaggiando, leggendo, facendo esperienze. Andando in esplorazione”.
Attualmente a quale progetto  lavorativo ti stai dedicando?
“Ho molto a cuore uno spettacolo teatrale in cui rivisito e rielaboro la vita di Nina Simone”.
Un segreto che non si conosce di te?
Un segreto è un segreto… No vabbè, diciamo che secondo me le persone che mi conoscono da poco si fanno spesso un’idea incompleta, parziale. La verità è che sebbene abbia grandi desideri, sono una donna che ama profondamente”.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button