ESCLUSIVE

ELEGANT SENSUALITY

Intervista esclusiva con la fotomodella LauraAnna

Fotomodella italiana specializzata in boudoir. Ma anche nudo artistico e glamour. Questa è Miss LauraAnna Flap Flap. Abbiamo fatto una piacevole chiacchierata con lei, parlando delle sua professione e delle sue passioni  ma anche dei suoi prossimi progetti e di molto altro ancora.
Come stai vivendo questo periodo di pandemia?
In maniera molto personale. Appartengo ad una di quelle categorie che sono state toccate poco dai cambiamenti nello stile di vita rispetto a prima della pandemia. Il mio periodo da “party girl” appartiene al passato. E poi sto bene a casa mia, non ho mai avuto modo di annoiarmi anche senza uscire. Adoro vivere in un ambiente in cui ogni cosa è al suo posto, in ordine, pulita e precisa. Aggiungi la stessa importanza per la cura della mia persona e del mio aspetto. E non dimenticare che non ho mai smesso di posare per la “VIP area” del mio sito internet, quella che io chiamo la mia “Casetta Virtuale”. Ogni giorno realizzo foto, selfie e video da pubblicare online. Ho preso un impegno con i miei fans e lo porto avanti.
Certo, i primi tempi di pandemia ero molto spaventata, perché la mia famiglia è originaria di Bergamo, una delle città italiane più colpite dal Covid-19. Ma il mio lavoro di fotomodella, seppur con qualche inversione di rotta, è sempre proseguito. In maniera differente rispetto a prima, quando raggiungere il set o presentarsi ad un casting era all’ordine del giorno. Mi sono adeguata al periodo storico e ai trend del momento e non ho né tempo, né voglia di stare con le mani in mano.
Come inizia il tuo percorso professionale?
Ero molto giovane. Mi sentivo sempre dire di essere bella, ma in “formato tascabile”. Bassina. Mossa da un senso di rivalsa nei confronti delle spilungone, ho puntato dritta verso un unico obbiettivo: emergere come fotomodella. Ho frequentato una scuola di modelle di Milano che mi ha aperto la strada al set fotografico. Con il mio book sottobraccio ho cominciato a fare il giro delle agenzie di spettacolo del capoluogo lombardo. Tante porte in faccia, ma anche qualche primo lavoretto. Che con il tempo e la tenacia si è trasformato in lavori più importanti, programmi TV, conduttrice di notiziari via web, ingaggi all’estero e tanti, tanti servizi fotografici, la mia vera passione.
Invece la tua passione per la fotografia?
Per me la fotografia è soltanto lavoro. Non rientra tra le mie passioni. Io poso, lo so fare bene, lo faccio da sempre, ma non capisco nulla dell’aspetto tecnico. Per di più al giorno d’oggi è così difficile capire se un’immagine è bella, perché lo è realmente, o perché è “ritoccata” bene. Quindi rinuncio. Di contro do il massimo per regalare pose armoniose, eleganti, mai volgari, anche se ammiccanti. Direi che possiamo quindi annoverare il “teasing” in tutte le sue forme tra le mie passioni, piuttosto che la fotografia in sé.
Tre cose assolutamente importanti a cui non puoi mai rinunciare?
Così, a bruciapelo: balsamo labbra per mantenerle idratate, un buon libro che “non si sa mai, potrebbe servire durante l’attesa” e gli occhiali, altrimenti sono una talpa e non vedo ad un palmo dal mio naso!
Se non avessi intrapreso questo percorso oggi chi saresti?
Sono architetto, anche se non ho mai praticato. Avrei continuato questa carriera, specializzandomi in arte antica e restauro conservativo. In fondo si tratta sempre di lavorare in ambiente artistico e con l’immagine, quindi non mi sarei allontanata troppo da quello che faccio oggi, la fotomodella. Oppure avrei scritto. Adoro scrivere, così come adoro leggere.
Secondo te i tuoi tanti fans-follower quale parte del suo corpo adorano?
Ricevo messaggi e commenti di gente che si spertica elogiando il mio sguardo, la mia espressione, l’eleganza con cui poso. Però i più sinceri, e ahimé anche i più volgari, apprezzano sicuramente il mio fondoschiena. Rotondo, sodo e chiaramente spesso in primo piano nelle mie imaggini, perché anche molti fotografi con cui lavoro lo apprezzano. Dono di Madre Natura solo in parte, perché se non mi allenassi costantemente probabilmente passerebbe più inosservato e non sarebbe il mio punto di forza.
Un progetto futuro da realizzare?
Fotograficamente parlando voglio continuare a portare avanti la sezione “VIP area” del mio sito, perché mi sta permettendo di creare una sorta di rapporto di amicizia virtuale con i fans che ogni giorno mi vedono in foto e in video anche in situazioni ordinarie, non necessariamente sul set. E’ un modo per sentirsi vicini, anche se attraverso uno smartphone, fare compagnia a chi mi segue da tempo e per farmi scoprire da chi pensa sia la classica bambolina tutta smorfie e selfie. Ogni giorno sono spronata ad inventare situazioni sempre differenti per dare il buongiorno ai fans e accompagnarli durante la giornata.
Sto poi lavorando ad un progetto parallelo, la realizzazione di un war game di ambientazione fantasy e mi piacerebbe riuscire a portarlo a termine e commercializzarlo. Un settore diverso dal mio, ma non meno appassionante.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio