Eventi

BE POP! SENZA PERDERE L’AMORE

ltime tre serate della terza edizione della rassegna al Parco Virgiliano (Roma) da martedì 29 giugno a giovedì 1° luglio per parlare di soccorso in mare, “The Kardashians”, Roma, Periferie, Tampon Tax e ciclo mestruale

(Roma)- Ultime tre serate per la terza edizione di Be pop!, la rassegna di incontri a ingresso libero al caffè Nemorense all’interno del Parco Virgiliano a Roma, per parlare di temi di attualità con un tocco di leggerezza.

Martedì 29 giugno in programma l’incontro Salvare vite non è reato in collaborazione con Open Arms: a inizio serata sarà presentata la campagna dell’ONG sul soccorso in mare con Veronica Alfonsi (Open Arms Italia) e subito dopo il video che Coez ha mostrato al pubblico del suo ultimo tour, che vede in azione i volontari dell’ONG. Seguirà poi la presentazione del libro “THE KARDASHIANS. Mitografia del contemporaneo” (Rogas edizioni) del filosofo Salvatore Patriarca, dedicato alle sei protagoniste (Kim, Kourtney, Khloé, Kendall, Kylie e la madre Kris) divenute un vero fenomeno mediatico che dall’America ha conquistato il mondo. L’autore ne parlerà con il filosofo e saggista Alessandro Alfieri.

Anche quest’anno, una serata sarà dedicata a Roma: il 30 giugno, in collaborazione con il programma Periferiacapitale della Fondazione Charlemagne si parlerà di periferie, provando a superare stereotipi e analisi ormai superate, insieme a Domenico Chirico (Fondazione Charlemagne) e chi, in questi anni, ha rivolto il proprio lavoro a esplorare la città e a trasmetterne i tratti più significativi: la giornalista Floriana Bulfon e Salvatore Monni, economista, che presenterà in anteprima Le sette Rome,  il nuovo libro scritto insieme a Keti Lelo e Federico Tomassi, in uscita il 1° luglio per la casa editrice Donzelli. Un volume con cui gli autori proseguono  il lavoro di ricerca e mappatura sociale della Capitale che ha preso avvio con Le mappe della disuguaglianza.

Chiuderà la serata il racconto delle periferie di Domenico Iannacone che sul palco di Be pop con le immagini delle sue trasmissioni “I dieci comandamenti” e “Che ci faccio qui”,(Rai 3), commenterà alcune delle storie che ha seguito in questi anni.

Nella giornata spazio anche al food: dalle 18.30 con il “+Gusto#withRefugees food festival”, incontro gastronomico organizzato ogni anno in collaborazione con UNHCR, Agenzia ONU per i rifugiati, a cui partecipano aziende di ristorazione e associazioni impegnate nell’inserimento lavorativo di rifugiati e richiedenti asilo, perché  anche con il gusto e con i sapori si combattono pregiudizi e discriminazione.  Sarà possibile assaggiare piatti della gastronomia siriana grazie a Hummustown, della cucina curdo-meticcia con Bazar, del Venezuala grazie a un progetto dell’Agenzia Scalabriniana per la cooperazione allo sviluppo (ASCS), e della tradizione eritreo etiope con il ristorante Asmara.

Infine il 1 luglio, serata di chiusura della rassegna, in collaborazione con Coop, insieme a Silvia De Dea e Carolina Faccini dell’associazione Onde Rosa, promotrici della campagna Il ciclo non è un lusso per l’abolizione della tampon tax, e a Beatrice Ramazzotti, responsabile ufficio stampa e comunicazione interna di Coop si parlerà insieme a Florinda Fiamma (Rai Radio 3) di mestruazioni, uno dei più grandi tabù che riguardano le donne, e del perché è inaccettabile che gli assorbenti siano equiparati fiscalmente ai beni di lusso. Accompagnerà il confronto l’attrice Giulia Maulucci con alcuni estratti dal testo di Mattia Torre Perfettache racconta un mese di vita di una donna attraverso le quattro fasi del ciclo femminile.

Non solo incontri, a Be Pop! Senza perdere l’amore trova casa anche la musica: il  gran finale della serata vedrà sul palco  Alessandro Pieravanti de Il Muro del Canto e Giancane.

Durante la rassegna, vi sarà uno spazio riservato a realtà locali – come associazioni e librerie indipendenti – per far conoscere le loro attività. Gli incontri saranno inoltre tradotti nella lingua dei segni (LIS).

Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso pubblico Estate Romana 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE. Come negli anni passati, la rassegna si svolge con il patrocinio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) e del Municipio Roma II, in collaborazione con i media partner InternazionaleRai Radio 3 e l’Agenzia di stampa DiRE, con il contributo di Fondazione Charlemagne attraverso il programma Periferiacapitale.

Gli incontri si svolgeranno nel rispetto di tutte le misure di sicurezza previste per gli eventi all’aperto in questo periodo.

A ospitare Be Pop! Senza perdere l’amore è come sempre l’accogliente Caffè Nemorense, realtà nata dal virtuoso incontro fra la cooperativa Barikamà e la società di ristorazione Grandma, le quali hanno anche rimesso a nuovo il Parco Virgiliano, angolo verde del quartiere Trieste che accoglie il caffè e il festival. A organizzare la rassegna il team quasi tutto al femminile dell’associazione Be pop!, con una grande esperienza nel campo dei diritti umani.

Articoli correlati

Back to top button