Gossip

Dopo i suoi occhi e il suo cappello, Melania venderà NFT di suo marito, Donald Trump

La nuova vendita digitale organizzata dall'ex First Lady arriva mentre l'ex presidente degli Stati Uniti si prepara al ritorno sul web, con l'imminente lancio di "Truth"

(New York)-La corsa all’oro digitale è in pieno svolgimento. E accompagna, a volte inaspettato, il ritorno alla ribalta delle personalità politiche. Dopo le case d’asta  , dopo gli stessi artisti ,  sportivi , moda , videogiochi e persino un ex’ First Lady , l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump  è a sua volta tentato dal mercato  NFT . Be ‘quasi.

Sulla scia di Melania Trump  , il leader del Partito Repubblicano si è prestato al gioco di questi oggetti virtuali per una nuova vendita prevista per il 21 febbraio sulla piattaforma inaugurata dalla moglie lo scorso autunno. Aste che disperderanno opere d’arte digitali ispirate a “momenti iconici” della legislatura precedente, ha affermato giovedì il gabinetto di Melania Trump.Donald Trump al  Mount Rushmore, Donald Trump e Air force One , Donald Trump alla  Casa Bianca … Alcuni titoli più o meno evocativi sono stati annunciati in vendita. A differenza delle precedenti aste organizzate dalla piattaforma di Melania Trump, nessuna visuale di queste opere d’arte è stata però rivelata in anticipo, al fine di mantenere un “effetto sorpresa” , secondo il comunicato stampa pubblicato giovedì. Gli acquirenti scopriranno così la loro NFT solo al termine della vendita. Una sorpresa quasi totale, dunque, vista la vaghezza della maggior parte dei titoli, ad eccezione di quello riferito alla  visita presidenziale effettuata nel luglio 2020 ai piedi del monte Rushmore. La Casa Bianca di NFT nel frattempo farebbe riferimento a una delle celebrazioni natalizie.

L’imminente vendita di questa collezione virtuale soprannominata “POTUS Trump NFT” doveva aver luogo lo stesso giorno dell’inaugurazione del nuovo social network pro-Trump soprannominato Truth  (“Truth”). Già accessibile a vuoto per circa 500 tester secondo l’agenzia di stampa britannica Reuters, la piattaforma ispirata a Twitter potrebbe però aprirsi solo il prossimo mese, secondo la stampa americana. Cantore dell’assoluta libertà di parola, Truth dovrebbe essere la nuova voce digitale dell’ex presidente americano, già seguita da quasi 88 milioni di utenti su Twitter. E il cui ritorno digitale potrebbe essere sostenuto a margine dalla vendita organizzata da Melania Tump.

Un mercato da 40 miliardi di dollari

“Sono onorata di poter promuovere momenti importanti della storia della nostra nazione” , ha esultato giovedì Melania Trump, vendendo gli oggetti digitali della sua piattaforma, che secondo lei immortalano parti reali della storia americana. Una storia di cui fa parte l’interessato, dal momento che una delle NFT messe in vendita si chiama First Lady – o First Lady. La moglie di Donald Trump aveva già prestato i suoi lineamenti per i primi due NFT passati attraverso la sua piattaforma, inaugurata lo scorso autunno. Firmati dall’artista francese Marc-Antoine Coulon, due acquerelli che rappresentano rispettivamente gli occhi color cobalto dell’ex First Lady e il suo profilo con un cappello sono stati messi all’asta a dicembre e poi a gennaio.

Molto redditizio, il mercato degli oggetti virtuali certificati noti come NFT ( ” token non fungibili”)  rappresenterebbe oggi non meno di 40 miliardi di doillari  . La loro improvvisa espansione è stata segnata in particolare, lo scorso anno, dalla vendita record di un’opera d’arte digitale dell’American Beeple Beeple  , presso Christie’s,  per quasi 69 milioni di dollari  (circa 58,2 milioni di euro). Tecnicamente non falsificabili, gli NFT si basano sulla stessa tecnologia di quella delle criptovalute: quella della catena di blocchi (la “blockchain” ). Venduto sul canale Solana, l’ultimo NFT di Melania Trump – con il cappello bianco – è stato scambiato per quasi $ 170.000. Unico piccolo problema: la stampa americana sospetta che l’ex First Lady abbia acquistato lei stessa l’oggetto virtuale  . “Operazione realizzata per conto terzi”, ha contestato il suo studio. Senza dubbio la prossima vendita sarà altrettanto scrupolosamente monitorata.

 

Articoli correlati

Back to top button