Gossip

Sharon Stone “principessa” a Monaco

In assenza di Charlene il principe si lascia distrarre dall’attrice 63enne

(Montecarlo)-Alberto di Monaco non le toglie gli occhi di dosso. “Sarà lei la nuova principessa di Monaco in assenza di Charlene?” ci si domanda a Montecarlo. Sharon Stone alla premiere di “No time to die” di James Bond si è presentata con un abito scintillante argento che le lasciava scoperte le spalle. Fascino innegabile e sorriso conturbante sembrano aver distratto più del dovuto il monegasco.

Solo qualche giorno fa la Stone, 63 anni come il principe, aveva partecipato a un altro evento mondano organizzato nel Principato ed in entrambe le occasioni pare che l’attrice americana sia sta appiccicata al principe Alberto. I due sono stati fotografati e avvistati durante tutta la serata a braccetto. E gli sguardi e i sorrisi complici sono stati notati da tutti. Charlene Wittswock resta bloccata in Sudafrica e a Montecarlo si fa strada l’ipotesi di un’amicizia speciale tra Alberto e Sharon: che sia lei la nuova “principessa” di Palazzo Grimaldi?

‘No Time to Die’ movie premiere at the Monte-Carlo Opera. This charity screening is organised by the Princess Grace Foundation to support emerging talents in theater, dance and film. For the sum of $ 2,500, a privileged few will be able to attend the evening, with a screening of the film at the opera followed by a dinner in the lounges of the Casino de Monte-Carlo.
The opportunity also to pay tribute to Roger Moore who played the secret agent 7 times. Sharon Stone, HSH Prince Albert II of Monaco.

In realtà la Stone è un’amica di famiglia dei monegaschi. Lei e Alberto si conoscono da tanti anni e l’attrice lo ha perfino ricordato durante la premiazione al Planetary Health Gala. Lui le ha consegnato il premio per il suo impegno per l’emancipazione femminile e lei ha replicato: “È una gioia e un onore condividere questa serata con il mio caro amico di lunga data… Ci conosciamo da tantissimi anni, da quando siamo adulti. E la nostra amicizia si rafforza ancora di più condividendo l’obiettivo della tutela dell’ambiente”. Chissà…

Articoli correlati

Back to top button