Musica

Achille Lauro diventa Idol Superstar

Il cantante romano torna con il ripack di "Lauro" con l'aggiunta 7 nuove bonus track

(Milano)-“Ho trascorso gli ultimi 5 mesi su un’isola da solo, per poi capire che quello che ho fatto prima non era abbastanza” aveva annunciato sui social Achille Lauro qualche giorno fa. Il suo ritorno sulle scene, da venerdì 11 febbraio, si intitola “Lauro – Achille Idol Superstar”, nuova edizione dell’album “Lauro” con sette nuove bonus track concludono l’ultima opera, naturale prosecuzione evolutiva del percorso fatto con “1969”. Tra queste, “Domenica”, il brano che porterà in gara al 72esimo Festival di Sanremo.

Il processo creativo subìto da questi brani, tra le mura di uno studio costruito per l’occasione sull’isola che è stata casa dell’artista per più di cinque mesi, ha richiesto un lungo tempo di lavorazione, per poi andare a intrecciarsi in un unicum esemplare con le fila dell’album Lauro. Un viaggio che probabilmente non è ancora giunto alla sua fase finale ma che dà un’identità chiara e precisa di quello che sarà il futuro dell’artista.

Tra collaborazioni con autori e compositori e brani più intimi scritti in momenti di piena solitudine, l’album si presenta come un ibrido: crossover tra diversi generi, stile unico e inconfondibile. Le nuove track cercano di aprire un varco che porta dritto alla musica internazionale, staccandosi dalle logiche di mercato con l’obiettivo di spingersi verso un mood autentico e originale.

La cover di è un’opera originale degli artisti internazionali contemporanei di origine italiana Miaz Brothers, attivi tra Londra e Valencia. La tecnica pittorica che utilizzano è estremamente particolare, perfetta per raccontare l’esperienza musicale di quest’album rappresentando la libertà di scegliere di essere ciò che si vuole essere, lasciando aperte interpretazioni, senza definizioni precise. “Non è arte se non suscita qualcosa, se non smuove qualcosa, se non divide”, ha spiegato l’artista.

L’album e Sanremo sono i primi di una serie di appuntamenti per quest’anno. “Ma non è la competizione ad attrarci, in questo caso avrei portato un brano tipo ’16 marzo’. Invece utilizziamo Sanremo come una vetrina, uno dei cento progetti che abbiamo. Una trasmissione nella quale ho i miei 4 minuti per cinque sere per far arrivare la mia creatività. Andiamo là a portare qualcosa che nessuno ha mai fatto. Per me la musica si guarda, si percepisce, è un mondo che spazia ovunque”. Poi dopo la kermesse canora, via al tour con l'”Electric Orchestra” dal 27 maggio a Roma con tre date (“Sarà molto rock and roll, ma anche un crossover con il musical”) e poi a luglio 10 concerti da Nichelino (To) a Cattolica (RN), passando, tra le altre, per Milano, Brescia, Matera, Napoli e Firenze.

 

ACHILLE E IL METAVERSO – Primo in Europa, preceduto a livello mondiale solo da Travis Scott, Lil Nas X e Ariana Grande, l’artista romano ha deciso di dar corso alla sua volontà di sperimentare realtà nuove con il progetto Roblox che gli permette di raccontare il disco nelle sue mille sfaccettature, dando ampio spazio alla creatività nel mondo del metaverso. Assisteremo infatti al primo evento nella terza dimensione che mette insieme fashion e musica, in un’esperienza unica che consentirà di raggiungere i fan attraverso una tipologia d’interazione che guarda al futuro e alle nuove generazioni. Gli utenti che parteciperanno potranno essere Lauro, vestirsi come Lauro, comunicare con Lauro e vivere la sua musica in maniera innovativa con le logiche del gaming.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio