Musica

Coronavirus, morto Mirko “Zagor” Bertuccioli de I Camillas

Cantante e co-fondatore della band aveva 46 anni ed era ricoverato già da inizio marzo

(Pesaro)- E’ morto a 46 anni Mirko Bertuccioli de I Camillas. Era stato uno dei primi casi gravi di coronavirus in Italia: già all’inizio di marzo era stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva all’ospedale San Salvatore di Pesaro. La situazione è peggiorata ulteriormente negli ultimi giorni, fino all’annuncio del decesso, arrivato con un post su Facebook. Più conosciuto come “Zagor”, era voce e co-fondatore del gruppo con Valerio “Toto” Ondadei, detto “Ruben”, con cui ha pubblicato 4 album in studio, tra cui l’ultimo “Discoteca Rock“, uscito nel 2018.

“I Camillas nascono a Pordenone nel 1964 come duo formato da Ruben Camillas e Zagor Camillas. Spinti da un istinto irresistibile, si sono poi stanziati sulla Costa Est e per 40 anni non producono niente. Ma nel 2004 succede qualcosa di straordinario, il rock’n’roll li vuole e loro accettano! Da allora Zagor e Ruben sono creature da prato”. Così si apre da sempre il sito dei Camillas, che racconta a modo loro la nascita della pop band surreale, folle e dolce-amara, piccolo culto nel panorama indie italiano.
Dopo la fondazione nel 2004, i Zagor e Ruben incidono l’ep d’esordio “Everybody in the palco!” nel 2007 e si affermano con “Le politiche del prato”, nel 2009, pubblicati entrambi per la loro etichetta indipendente, I Dischi di Plastica. Noti nell’ambiente indie, il loro successo esplode letteralmente su scala nazionale grazie alla loro partecipazione a “Italia’s Got Talent” nel 2015, dove raggiungono la fase finale con i brani “Il gioco della palla” e “Bisonte”, entrambe dall’album “Le politiche del prato”.

Tour continui si intersecano tra la pubblicazione dei tre successivi album “Costa Brava”, “Tennis d’amor” e “Discoteca rock”. Intanto nel 2016 realizzano la sigla di “Colorado”, intitolata “Nananana”, mentre nel 2017 la Gialappa’s Band sceglie la loro “Il gioco della palla” come sigla per “Rai dire Nazionale”.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button