Musica

Un basso di Paul McCartney venduto all’asta alla cifra record di 496mila Dollari

Uno strumento appartenuto al mitico bassista dei Beatles è stato battuto a più zeri, frantumando tutti i record.

(Los Angeles)-  Un basso di Paul McCartney è stato appena venduto a un’asta benefica per una cifra record: 496mila dollari, il che rende questo strumento il basso più costoso mai venduto all’asta prima d’ora. E non è nemmeno il suo mitico Höfner! Chissà se chi ha acquistato questo basso si è confuso e credeva di sborsare quella cifra per lo strumento da cui il bassista dei Beatles è da sempre inseparabile, il suo iconico Höfner appunto…

Chiaramente stiamo scherzando: chi si è aggiudicato l’asta sa benissimo di aver acquistato un basso Yamaha BB-1200 “Wings”, suonato da Macca in tournée e in studio.
Ma quindi non osiamo pensare a quale cifra si arriverà il giorno in cui verrà messo all’asta il basso Höfner di Paul McCartney.

La cosa che fa sorridere è che anche in questo caso non si sopisce l’eterna rivalità tra Beatles e Rolling Stones: i 496mila dollari a cui è stato battuto il basso dell’ex Beatle indovinate un po’ quale precedente record frantumano? Proprio così: batte il record che fino a poche ore fa era detenuto dall’ex bassista dei Rolling Stones…

Il basso Yamaha BB-1200 “Wings” di McCartney ha superato il basso Fender Mustang del 1969 di Bill Wyman, l’ex bassista degli Stones appunto, venduto nel 2020 per 384.000 dollari.

Quindi se la band di Mick Jagger poteva vantare almeno un primato indubbio sui Beatles, quello del Guinness dei primati del basso più caro venduto, adesso non può più.
Se la starà ridendo Paul McCartney, visto che recentemente ha espresso parole non certo encomiabili riguardo i suoi colleghi (definendoli una “cover blues band” in maniera denigratoria).

Ma comunque, scherzi a parte, il vero motivo per cui se la starà ridendo Paul McCartney è il fatto che la cifra ottenuta andrà in beneficenza, cosa ben più importante di tutte queste scaramucce del rock.

L’evento è stato organizzato da The Edge, il chitarrista degli U2, e dal produttore Bob Ezrin.

Durante l’asta non è stato messo all’incanto soltanto il basso di Paul McCartney ma tanti altri strumenti, per un totale raccolto di oltre 2 milioni di dollari.

È stata una grande asta di beneficenza di Van Eaton Galleries di Guitar Icons e si è conclusa lo scorso fine settimana. La cifra raccolta andrà all’organizzazione benefica di Music Rising.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio