PersonaggiSpettacoloTeatro

Ecco Il mio motto: studio tempra e costanza

La nostra intervista esclusiva con l'attrice Yuliya Mayarchuk

Grande fascino abbinato ad un grande talento, con una grande abnegazione allo studio. Yulia Mayarchuk  attrice di origine ucraina ma ormai napoletana adottiva. Come il vino negli anni ha saputo migliorare raggiungendo elevate quote di bravura recitative . Al cinema passa da ruoli comici come nel film “La vita è una cosa meravigliosa“ di Carlo Vanzina con il ruolo di Doina e alla commedia nera di Abel Ferrara (Go go tales) al fianco di Willem Dafoe . Abbiamo fatto due chiacchiere con questa talentuosa artista Ucraina-napoletana come lei ama definirsi.

Come stai vivendo questo periodo Difficile di restrzioni dovute alla Pandemia ?

La vivo serenamente anche perché  nella prima ondata mio marito  Cristiano ebbe una fastidiosa broncopolmonite , adesso invece ha avuto un  problema  covid superato in maniera brillante . Così siamo stati divisi per una questione di sicurezza . Nel frattempo mi dedico alla casa e soprattutto faccio la mamma  a tempo pieno di due splendide  bimbe Masha-Katerina.   Poi mi concentro sullo studio dei nuovi progetti lavorativi da affrontare .  Cerco di prendere tutto  con il  sorriso, sono convinta che ne usciremo  quanto prima da questa brutta situazione .

Ci racconti la tua grande passione per il teatro?
Devo dire che il teatro  mi fa sentire realizzata, mi da un senso di famiglia, ed io sono molto per la famiglia! Nella mia vita la scala delle priorità, vede in testa proprio la famiglia come ruolo primario. La famiglia teatrale diventa per me qualcosa di sentimentale… mi piace stare nel gruppo ed imparare cose nuove: il capocomico diventa una sorta di padre, e così via.  Pensa che  prima  di questa ultima chiusura per la pandemia ad  ottobre scorso   con la magnifica compagnia ultima  “Aria Nord”  con la Commedia “Neve Nera ” uno spettacolo d’ avanguardia  siamo stati gli ultimi a salire sul palco. Quella sera eravamo con cinque persone in scena , poche persone in sala . Ma la magia dell’arte e del teatro ha fatto superare per qualche momento questo brutto periodo che stiamo vivendo con grande ansia regalando qualche momento di svago.  Credo che togliere il teatro in questo momento sia come  togliere l’ aria ad una persona, perchè  il teatro è cultura.
Tre cose assolutamente importanti a cui non puoi mai rinunciare?
Innanzitutto , amo praticare lo  sport . Mi alleno costantemente  con esercizi  di grande livello atletico.   come ad esempio il Workout   un allenamento polifunzionale   molto . Poi c’è lo studio , mio marito mi ha regalato un corso interattivo di studio “Genio 21 “un modo di studiare ed apprendere molto efficace in modo particolare per leggere copioni ed apprendere le lingue straniere in modo facile e veloce . Infine la cucina , come dice la mia famiglia quella resta la  parte della casa dove sono la regina incontrastata .
A proposito di cucina, cosa ti piace cucinare in particolare?
da quando sono in Italia a Napoli in particolare tra i fornelli ho imparato moltissimo. Ad esempio della tradizione partenopea cucino: la parmigiana alle melanzane ,  pasta al forno , il pesce acqua all’acqua . Come ho già detto la  la cucina è   il mio regno. Mi piace anche sperimentare nuovi piatti e  nuove ricetta da proporre alla mia famiglia e agli amici ospiti che vengono a trovarci. Altra cosa in cui mi dicono sono brava sono le  zuppe e le insalate condite .
Sei molto seguita su Instagram, che rapporto hai coni Social ?
Con i social cerco  di  raccontare  la mia vita  e le mie emozioni che provo durante la giornate in tutte le cose che faccio. In questi ultimi tempi sono diventata più comunicativa cerco di trasmettere un messaggio positivo
raccontando le mie  storie quotidiane , che  mostrano piccole cose e vicende della mia vita per far conoscere ancora di più non solo il personaggio ma l’essenza della mia  persona che mi rappresenta .
Ci racconti un momento a cui sei molto legata di questo tuo percorso professionale ?
Certo, sono molto legata ad un lavoro di qualche anno fa , un film per la tv  “Il lato oscuro” di Giampaolo Tescari con Lucrezia Lante della Rovere  . Ero la protagonista avendo un ruolo molto versatile. In quel progetto c’era anche  Carmine Elia aiuto regista, oggi un grande protagonista indiscusso delle fiction televisiva italiana. Poi come non ricordare il grande affetto e calore del pubblico verso i miei tanti lavori  molto apprezzati.
Invece cosa ci dici del tuo primo grande successo avuto agli esordi con “Trasgredire” di Tinto Brass? 
Sono ancora grata a quella occasione, se dopo tanti anni faccio ancora questo lavoro è merito di quella occasione. Tinto Brass era preceduto da una fama scandalosa. In principio ero molto in ansia per questa cosa C’erano delle scene di nudo, ma col mio corpo ho sempre avuto un rapporto di grande serenità. Cosi  ho preferito chiarire una cosa con il maestro  affrontando  quel lavoro con grande tranquillità, Tinto era una persona molto seria, di grande cultura, accompagnato sempre dall’onnipresente moglie… aveva un personaggio col quale giocava. Tra noi c’era complicità, ma io ho messo subito le cose in chiaro. Lui aveva l’abitudine di dare la pacca sul sedere alle attrici, ma io dissi che con me non doveva farlo e lui ha rispettato questo accordo“. resta un grande maestro di cinema da cui apprendere molto.
Come ami trascorrere il tuo tempo libero ?
Mi piace molto fare lunghe passeggiate,  quando ho un attimo di tempo mi rilassa  molto . Adoro anche ascoltare la musica,  che credo sia un elemento importante nella vita di ognuno di noi.  Poi chiaramente  Il cibo è una parte importante della mia vita, perchè cucinare  mi appaga molto e perchè lo vivo come ospitalità e mi fa stare bene!
Se non avessi intrapreso questo percorso oggi chi saresti? 
Sarei sicuramente un’ istruttrice Atletica di grande livello,  con tante idee innovative da proporre per allenamenti sempre più incisive ed innovativi.
Adesso a quale progetti  lavorativi stai preparando  ?
 Adesso  sto lavorando ad un progetto teatrale dal titolo: “La Folle Normalità”  dove interpreterò alcuni personaggi femminili.  Sarò in scena insieme al bravissimo attore Jury Monaco. Invece il 24 settembre scorso è uscito un lavoro a cui tengo molto, di cui sono  la protagonista .   “Mai per sempre”, il nuovo film di Fabio Massa. Una pellicola drammatica che affronta, in maniera estremamente autentica, il tema della violenza. l’attrice interpreterà il ruolo della protagonista (Maria), una donna ucraina che dovrà affrontare molte peripezie perche’ non ha sufficiente denaro per regolarizzare la sua posizione, quindi si trova, suo malgrado, a non poter rinnovare il permesso di soggiorno.  In piu  un latro lavopro uscito da poco ,  Il ladro dei Cardellini di Carlo Luglio della Minerva Pictures Group, P.F.A. Films e Rai Cinema, dove  interpreto il ruolo di Giordana, una moderna signorina Rottenmeier che organizza un matrimonio di convenienza con il protagonista il grande Nando Paone,  Questo film a avuto molti premi importanti. Come migliore attore protagonista (Nando Paone) presso il Monte-Carlo Film Festival de la Comèdie, poi il prestigioso  Ischia Film Festival 2020 ed infine,   il Villammare Film Festival 2020 come : Miglior Film, Miglior Colonna Sonora, Miglior Attrice Protagonista, Miglior Attrice Non Protagonista.
.
Per questa intervista si ringrazia la preziosa collaborazione di The Mac Live Management

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button