ApprofondimentiPersonaggi

SÌ, SONO UNA TRAVEL BLOGGER E MI PAGANO PER VIAGGIARE E VISITARE LUOGHI PARADISIACI!

Intervista a Benedetta Rossi : una delle Beauty e Travel Blogger più influenti d'Italia che ci racconta come ha creato il suo lavoro grazie all'ausilio del Social Media Instagram.

Benedetta Rossi ex modella made in Bologna e oggi Fashion, Beauty e Travel Blogger. Mamma, di Angelo e due adorabili barboncine: Sveva e Zoe.
Ha alle spalle una carriera nel mondo della
Moda, nella quale ha iniziato a lavorare a soli 14 anni: ha collaborato e sfilato con importanti brand e stilisti di moda tra i quali Gucci, Roberto Cavalli e John Richmond.
L’ ho intervistata per cercare di capire come è riuscita a trasformare la sua passione in lavoro e l’ho stuzzicata con le mie domande impertinenti alle quali ha risposto con assoluta ironia e autoironia.


Benedetta, metti che io domani mi svegli e decida di diventare una fashion/beauty/travel blogger, quali consigli senti di dovermi dare?
A proposito: “Chiii? Tuuu??” non vale come risposta eh…

In effetti ti direi :”Non lo fareee!” (ride)
E risponderei così perché negli ultimi anni sta diventando sempre più difficile fare questo tipo di lavoro, considerando che sempre più persone ci provano. Ti direi che ci vuole tanta pazienza, motivazione, contenuti di qualità e un Blog innanzitutto: questo dettaglio molti lo danno per scontato, invece è il punto di partenza per provarci, quantomeno.

Perfetto! Ho segnato tutto.
Ed ora spiegami, tu viaggi molto e il dettaglio rilevante è che ti pagano persino per farlo!
Dimmi, come sei arrivata a questo punto? Ma soprattutto, perché non mi porti alle Maldive con te, in qualità di apprendista travel blogger? Ecco.

Nessun problema, ti metto in valigia : ne ho di grandissime! (ride)
Scherzi a parte, funziona così: all’inizio si fa uno scambio merci, un post pubblicato nella Galleria Instagram in cambio di prodotti. Poi col tempo, quando aumentano i numeri di followers e interazioni, si passa a selezionare le offerte, nel frattempo si fa esperienza e si comincia così a fare della propria passione un lavoro.

Ecco, parliamo del tuo profilo Instagram appunto. Nei tuoi scatti sei sempre bellissima e indossi abiti super fashion!
Ma per esempio, quando scatti a Parigi, in Inverno, in minigonna e senza calze non muori di freddo tu? No perché se lo facessi io come minimo, poi, mi verrebbe una bronchite… per dire

Ma anche a me, che credi?
Però, come si dice? “Se bella vuoi apparire , un poco devi soffrire!”
E quindi sì, mi congelo perché nella settore Moda i capi invernali sono presentati in Estate e viceversa!
Quindi quando mi vedete in quelle foto fighe con la Tour Eiffel alle spalle, coperta da una maglietta leggerissima, sappi che dietro alla macchina fotografica c’era qualcuno con un cappotto e il the caldo ad aspettarmi

Cheap and chic o cheap and kitsch?
Si puó essere cool anche senza impegnarsi l’anello di fidanzamento? No, chiedo per un’amica…

Nooo, quello teniamocelo!(ride) Piuttosto acquistiamo capi nelle grandi catene e spendiamo qualcosina in più per gli accessori. Una borsa ad esempio, di quelle che non tramontano mai e che sono sempre glam.

Tu fai pubblicità, servizi fotografici e viaggi molto ma hai anche una casa e sei madre: come fai a gestire tutto?Ti prego, dici alle donne che ti leggereranno che pure tu corri, esaurita, ad accompagnare tuo figlio a scuola spettinata e struccata come tutte le mamme del mondo e che subìsci persino i gruppi Whatsapp dei genitori!
Mamma mia si!
Io ho molti gruppi Whatsapp e li odio!
Mi divincolo tra casa, 2 cani,un bimbo e il lavoro.Sono sempre con il telefono in mano e alla ricerca di una Wi-Fi disponibile soprattutto quando viaggio per comunicare con la famiglia! E comunque sì, mi presento davanti scuola con mollette nei capelli, struccata e con outfit improponibili sperando di non essere vista. Purtroppo spesso è capitato che mi riconoscessero: tipo ieri in farmacia ed io mi volevo sotterrare giuro!

Oramai i Social sono saturi di Blogger di qualunque natura! Cosa ti differenzia dalle altre tue “colleghe”?
Sto cercando di differenziarmi dalle altre puntando sul green.
Attraverso i miei viaggi e i miei articoli cerco di sensibilizzare il rispetto per la natura, gli animali e l’ambiente perché non è piacevole ritrovarsi una bottiglia di plastica nel favoloso mare dell’Indonesia mentre si fa snorkeling ma è un messaggio molto difficile da far passare.
Ce lo dai un consiglio dal valore inestimabile? Cosa non deve mancare mai nell’armadio di una donna per essere sempre fashion?
Gli accessori! Ti fanno il look senza dubbio. Un abito è diverso in base a ciò che abbini: quindi via libera a borse, scarpe, bijoux e cappelli. E si, ho detto proprio cappelli!

Benedetta, come hai trascorso questo periodo di quarantena? Dai incoraggiami e dimmi che anche tu, in casa, eri metà donna e metà pigiama!
Bene, noto che questa quarantena è stata pesante per tutti! (ride)
Ebbene si, confesso che, eccetto quando postavo stories o ero in diretta su instagram, stavo perennemente in versione “affatto presentabile”: capelli in disordine, tuta h24 e zero trucco. Ero certamente una di voi ragazze!

Dove si vede Benedetta Rossi fra cinque anni?
Beh… per allora spero di essere riuscita a trasformare un’altra mia grande passione in lavoro e cioè diventare un Interior designer. Intanto, come progetto a breve termine, desidero solo recuperare la mia libertà. E ripartire. E intendo sia metaforicamente che letteralmente eh…

Per questa intervista si ringrazia per la preziosa collaborazione: Rossella Biondi e Valeria Smedile

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close