Senza categoria

All’istituto comprensivo Abate Galiani di Montoro piccoli atleti crescono

All'Abate Galiani di Montoro piccoli atleti crescono. Ai campionati provinciali di atletica leggera di Avellino tutti i ragazzi portano una medaglia a casa.

Un grande risultato atletico per l’Istituto comprensivo Abate Ferdinando Galiani di Montoro. Da poco si è concluso il campionato provinciale di atletica leggera ad Avellino e i 19 atleti in gara sono tornati a casa tutti medagliati. A parlarne il prof. Alfonso Milito, docente di educazione fisica che ha preparato gli atleti montoresi.

Prof. da dove arriva questo grande risultato?
Dall’impegno dei nostri ragazzi. Siamo partiti con un progetto scolastico pomeridiano con cui abbiamo costituito il “Gruppo sportivo scolastico” dedicato alla pratica dell’atletica leggera. I ragazzi sono stati selezionati in base alle loro caratteristiche fisiche e potenzialità.

Da che età vanno?
Dagli 11 ai 13 anni. Il gruppo della Galiani è formato da 24 ragazzi. Ad Avellino hanno partecipato alle gare in 19. Tutti sono tornati a casa con una medaglia, andando oltre le più rosee aspettative.

Il 13 maggio 9 di questi atleti, 8 femmine e un maschio, gareggeranno ad Agropoli per il campionato regionale.

Professore perché questa scelta di investire su un gruppo di atletica leggera?
La mia esperienza professionale mi ha visto lavorare per diversi anni nelle scuole del Nord Italia, dove i ragazzi oltre ai soliti sport di squadra praticano anche l’atletica leggera. Montoro è la mia prima esperienza al Sud e con il supporto della dirigente scolastica Domenica Raffaella Cerasuolo abbiamo sviluppato questo progetto.

Come sono state le gare?
I ragazzi hanno dimostrato grande entusiasmo e partecipazione e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Molti di loro non conoscevano nemmeno alcune discipline e sono partiti da zero dimostrando tutto il loro impegno. Uno di loro ha vinto la medaglia di salto in alto ed è entrato nella Federazione di Atletica Leggera della provincia di Avellino.

Parliamo di un ragazzo che praticava basket e che alla sua prima gara ha saltato 142 cm ed ha vinto.

 

Li aiuta anche avere ora dei punti di riferimento sportivi italiani. Basta pensare alle medaglie d’oro dell’atletica leggera di Tokyo: Jacbos, Tamberi, Desalu, Tortu,Patta, Palmisano e Stano.

Prof. visti gli ottimi risultati cosa serve a questi ragazzi per continuare ad allenarsi?
Un riammodernamento dell’area esterna alla scuola, la pista per correre, l’area per il salto in alto con la buca riempita di sabbia. Uno spazio per allenarsi.

 

Di seguito i nomi dei vincitori così come riportati sulla pagina facebook della scuola:
categoria “cadetti”:
Squadra Femminile 1°posto,
Squadra Maschile 3°posto.

(Queste due rappresentative parteciperanno alle fasi finali ad Agropoli il 12 maggio).

Campioni provinciali

1°posto

Lorenzo Toro SALTO IN ALTO MASCHILE,
Alessia Picariello SALTO IN ALTO FEMMINILE,
Martina Di Giacomo 80 MT OSTACOLI FEMMINILE,
Erika Penna 80 MT FEMMINILE,
Denise De Maio SALTO IN LUNGO FEMMINILE,
Eleonora Salvati VORTEX FEMMINILE.

2°posto

staffetta femminile 4×100;
Francesca Tammaro 1000 MT,
Luca Di Bari 1000 MT;

3°posto

staffetta maschile 4×100
Gerardo Troisi 80 MT OSTACOLI
Filippo Cirino VORTEX

Leggi anche l’articolo dedicato all’Istituto comprensivo Michele Pironti- l’olio di oliva si fa a scuola.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button