Spettacolo

ADDIO A GLORIA PIEDIMONTE L’INDIMENTICABILE “GUAPA” DI DISCORING

L'attrice, malata da circa tre anni, è scomparsa nella mattina di giovedì 6 gennaio all'Ospedale di Mantova, dove era ricoverata per complicanze legate al Covid-19. A darne notizia è la famiglia.

(Mantova)-E’ venuta a mancare l’attrice, cantante e showgirl Gloria Piedimonte, l’indimenticabile “Guapa” della trasmissione “Discoring”. Aveva 66 anni. L’attrice, malata da circa tre anni, è scomparsa nella mattina di giovedì 6 gennaio all’Ospedale di Mantova, dove era ricoverata per complicanze legate al Covid-19. A darne notizia è la famiglia.

Nata a Mantova il 27 maggio del 1955, la Piedimonte arrivò giovanissima a Roma per lavorare nel cinema. Venne notata da Gianni Boncompagni, che utilizzò la sua immagine nella sigla di Discoring del 1978, in cui si muoveva ai ritmi del pezzo “Baila Guapa” deiBus Connection, interpretato dallo stesso Boncompagni che la incitava per tutto il brano. In questo periodo, l’artista recitava anche in teatro accanto a Erminio Macario e Sylva Koscina.

Nello stesso anno incise per la Durium due singoli: “Ping pong space” di genere disco e “Uno” scritto da Andrea Lo Vecchio, che ottennero un buon successo anche all’estero. Nel 1979 uscì il suo primo film come protagonista, “Baila Guapa”. Dopo altre comparse in film e fotoromanzi, la Piedimonte nel 1983 uscì con un altro singolo “Ma che bella serata”, uscito con grande successo anche in Germania. Tra le sue ultime apparizioni televisive si ricordano quella a “I migliori anni” (2009) su Rai 1 condotto da Carlo Conti e a “Una poltrona per due”. Negli ultimi anni l’artista si era all’arte, realizzando diverse tele, che sono state anche oggetto di mostre. Gloria Piedimonte lascia il marito Tony e il figlio Gianni.

 

L’attrice, malata da circa tre anni, lottava tra la vita e la morte all’Ospedale di Mantova, dove è ricoverata per complicanze legate al Covid-19. A darne notizia è la famiglia.  Nata a Mantova il 27 maggio del 1955, la Piedimonte arriva giovanissima a Roma per lavorare nel cinema. Venne notata da Gianni Boncompagni, che utilizzò la sua immagine nella sigla di Discoring del 1978, in cui si muoveva ai ritmi del pezzo “Baila Guapa” dei Bus Connection, interpretato dallo stesso Boncompagni che la incitava per tutto il brano.

Nello stesso anno incise per la Durium due singoli: “Ping pong space” di genere disco e “Uno” scritto da Andrea Lo Vecchio, che ottennero un buon successo anche all’estero. Nel 1979 uscì il suo primo film come protagonista, “Baila Guapa”. Dopo altre comparse in film e fotoromanzi, la Piedimonte nel 1983 uscì con un altro singolo “Ma che bella serata”, uscito con grande successo anche in Germania. Tra le sue ultime apparizioni televisive si ricordano quella a “I migliori anni” (2009) su Rai 1 condotto da Carlo Conti e a “Una poltrona per due”. Negli ultimi anni l’artista si è data all’arte, realizzando diverse tele, che sono state anche oggetto di mostre.

Articoli correlati

Back to top button