Spettacolo

Energia e Talento

Intervista con l'attrice Nadia Bengala , Miss italia 1988

Quando era piccola, già a 6 anni, aveva le idee chiare e voleva fare l’attrice. Per lei era, ed è ancora oggi, un modo per esprimere delle emozioni  esternando il suo grande  talento. Abbiamo intervistato l’attrice Nadia Bengala già Miss Italia 1988 , facendoci raccontare e  le sue emozioni vissute  durante questo percorso professionale avvincente a partire proprio dalla vittoria del concorso più ambito d’Italia.

Come hai trascorso questa estate 2019 ?

Ho passato felicemente queste vacanze perché  sono stata con la mia famiglia. Ho trascorso delle vacanze  diversificate , trascorrendo qualche giorno di relax a Roma . Poi  sono stata in Calabria nella strepitosa location Nature Village di Sibari di Sibari della Famiglia Varca. Dove si mangia   benissimo  in modo particolare il pesce . Ho avuto modo finalmente da siciliana di visitare  le splendide isole Eolie ,  mai viste prime.   In più mi sono concessa una  puntatina in Grecia .

Non solo ferie ma anche progetti lavorativi durante questa torrida estate ?

Si, il 24 agosto scorso ho avuto l’onore di presentare  la  nona edizione  del Premio Siris, organizzato, nel bellissimo borgo di Episcopia, piccolo centro in provincia di Potenza . Altra cosa importantissima è stato il festival  del cortometraggio ” Corti sul Mare”   svoltosi a fine agosto presso la localita’  Sant’Agnello sulla  penisola Sorrentina. sono state tre serate di grande Cinema, con una grande sorpresa per me  a mia insaputa da madrina della kermesse c’erà il  film-noir “L’idea malvagia”, diretto da Pierfrancesco Campanella, che mi  vede protagonista insieme ad  Elisabetta Pellini .

Ci parli  invece di questo importante progetto sociale sul Bullismo che ti vede protagonista ?

Il 5 settembre scorso , a Benevento presso l’Aula Consiliare del Comune si è tenuto un importante incontro per la presentazione di un film che ha visto al centro proprio il fenomeno del bullismo affiliato ai social e alla rete in genere: “Cuori senz’anima” è il cortometraggio che racconta uno spaccato del nostro tempo e mette in primo piano proprio questa nuova piaga sociale. Il corto, che si avvale del patrocinio del Comune e della Provincia di Benevento, è stato girato interamente nel capoluogo sannita. Prodotto e scritto da Adalgisa Ranucci, da sempre impegnata in attività legali per la tutela dei minori, porta la firma del regista Tony Paganelli. Sono molto contenta di aver partecipato a questo progetto  sul sociale che andrà  nella scuole nelle ore di Educazione Civile, questa nuova materia  che stanno inserendo adesso nelle scuole. 

Ci racconti invece l’emozione provata a Jesolo durante l’edizone 80 di Miss Italia?

Jesolo è stata una grandissima emozione per me . E’ stato  e bello ritrovate tutte le altre Miss più rappresentative  che come me hanno fatto la storia del celebre concorso . Ricordo la mia vittoria come fosse ieri , il  mio atteggiamento tutto inconsapevole , non mi rendevo conto di quello che stavo facendo .  Inizio gara  avevo un grandissimo grandissimo imbarazzo ,  invece man mano che si andava avanti   ed io proseguivo la gara  ho preso fiducia . Poi  quando siamo rimaste in  sei con abito Soprani ci hanno detto di rimettere il  body ,  Cosi mi accorgo  che da sei eravamo rimaste solo tre . Io  stavo andando a cambiarmi , quando  mi prende la coreografa e lei mi dice che per me non e finita ancora la gara  . Mi trovo di colpo così in poco tempo su un montacarichi con davanti questa scalinata vicino al grande Fabrizio Frizzi .  In quel preciso momento mi è venuta  la frase geniale divenuta poi un tormentone  sui giornali e telegiornali : ” Ragazze siete tutte belle,  magari tra dieci anni ” . Ripeto ho un ricordo bellissimo, è stata una grande emozione, ma anche inaspettata. Non pensavo  assolutamente di vincere questo prestigioso concorso.

Come ami trascorrere il tuo tempo libero?

Adoro trascorre buona parte del mio tempo libero in casa accudendo la mia famiglia . Convivo con il mio splendido compagno  Alessandro da 13 anni  insieme ai  suoi due figli e mia figlia. Sono una donna di casa, mi piace molto  sistemare tutto e rassettare .  Altre mie passioni sono la scrittura e mi rilassa molto dipingere anche se ultimamente ho poco tempo per queste attività . Cosa che da buona siciliana mi piace fare e dedicarmi alla cucina.

A proposito di cucina, quali sono i tuoi piatti forti?

Innanzitutto  il mio ragu’,  devo dire che  mi riesce bene anche la  carbonare , poi le mie zuppe sono famose per la loro bontà . In cucina mi piace innovare, cerco sempre di proporre nuove  ricette che invento grazie al mio istinto.

Un sogno nel cassetto da realizzare ?

Sarebbe bello partecipare in un progetto cinematografico  da protagonista . Un film carico di emozione e profondità. magari diretto da Gabriele Salvatores regista che adoro . Ho avuto modo di vedere il suo film ” Io non ho paura” che trovo magnifico. Chissà che in futuro non possa realizzarsi questo sogno…

Domanda conclusiva, in cosa ti senti sicliana?

Innanzitutto la serietà di donna , i miei sani principi . Ho avuto un educazione severissima  dalla mia famiglia  fatta di regole da rispettare e  grandi valori. In questo mi sento una donna siciliana è sono onorata di esserlo.

 

Photo Credits:  Instagram @nadiabengala.official

 

Mostra di più

Articoli correlati

Back to top button
Close