Spettacolo

Poliedrica per natura

Claudia Conte ha due grandi doti: la scrittura e la recitazione.

Nata a Cassino nel 1992. Consegue la maturità presso il Liceo Classico N.Turriziani di Frosinone e il diploma teatrale presso la scuola Il Teatro Dell’Appeso di Amedeo Di Sora.  Ha seguito corsi e seminari tenuti da Giancarlo Giannini, Michael Margotta (Actor Studio), Mirella Bordoni (Metodo Costa), Eljana Popova (Metodo Stanislavskij), Gisella Burinato (CIAPA), Valeria Benedetti Michelangeli, Silvia Perelli, Vito Mancusi.

Nel Giugno 2014 pubblica il suo primo romanzo “Soffi Vitali. Quando il cuore ricomincia a battere”. Premiata a Villa Sarsina con Antonio Lubrano e Filippo Laporta. È l’autrice più giovane ad aver presentato un’opera al Salone Internazionale del libro di Torino. Lo scorso dicembre ha ricevuto il prestigioso Premio in Campidoglio “Oscar dei Giovani” per il suo poliedrico impegno in campo culturale, all’interno della “Giornata d’Europa”. Consegue la Laurea Magistrale in Giurisprudenza.

Nel maggio 2017 pubblica per Armando Curcio Editore il saggio-romanzo “Il vino e le rose. L’eterna sfida tra il bene e il male” ed è attualmente impegnata in un tour di presentazioni-spettacolo in scuole, scuole di attori, festival, teatri, comuni, enti, librerie.

Collabora alla realizzazione di svariati progetti artistici. Direttrice artistica di rassegne estive. Presentatrice di eventi (Mister Italia, Il Più bello d’Italia, Il Microfono d’oro) e di programmi televisivi (Live in Rome sulla Festa del Cinema di Roma). Ospite in trasmissioni televisive (Mille e un libro e Cinematografo su Rai1, Terza Pagina su Rai3, TgTg su TV2000, Cuochi e fiamme su LA7) e radio, giurata e madrina di eventi.

Claudia ha  condotto  la cerimonia di premiazione della 6° edizione dello Starlight International Cinema Award, evento inserito all’interno della Mostra cinematografica di Venezia 2019. La serata evento  si terrà il 3 settembre alle ore 18 all’Italian Pavillon del Lido. Sul palco, tra i premiati, ci sarà la modella Nina Davuluri, miss America 2014, la prima concorrente con radici indiane, che presenterà il progetto Complexion, una serie web nata dall’idea di Lia e Marianna Beltrami, un documentario sulla scoperta dei propri valori e la valorizzazione delle differenze, per una miss che ha sofferto il cyber bullismo per il colore della pelle, prima di diventare promotrice dei diritti umani nelle scuole americane.

Sono tanti. Sicuramente mi piacerebbe tornare a Venezia con un film in concorso, vorrei avere la possibilità di mettermi alla prova con un ruolo complesso che possa emozionare il pubblico.

Photo Credits:  Instagram @claudiaconteactress

 

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close