TV

Live-Non è la D’Urso chiude in anticipo

La chiusura del programma serale condotto è stata comunicata dal Comunicato Esecutivo di Mediaset, di cui fanno parte Piersilvio Berlusconi e Fedele Confalonieri, a Mauro Crippa, direttore generale per l'informazione Mediaset

(Milano)- L’ultima puntata di questa edizione dovrebbe andare in onda alla fine di marzo. Chiude con ben tre mesi d’anticipo “Live-Non è la D’Urso”, il serale condotto da Barbara D’Urso. Giusto il tempo di compiere due anni solari di attività (siamo alla terza edizione, ndr), visto che il programma in onda ogni domenica sera su Canale 5 ha esordito il 13 marzo del 2019. Una chiusura anticipata quasi certa e che sta facendo parecchio rumore.

Numerose sono le ipotesi che si susseguono in questi giorni, ma fra queste non ci sarebbe il dato degli ascolti. Anche perché “Live-Non è la D’Urso” sin dall’inizio della stagione si è mantenuto sempre sul medesimo standard, ovvero quel 12% che i vertici di Mediaset avevano messo in conto sin dall’anno passato. Anche perché la nicchia del programma serale di Barbara D’Urso è tutto sommato quella, al di là di qualche scossone dovuto a ospiti più o meno “forti” a seconda della serata. Non devono trarre in inganno i risultati fatti registrare durante la prima edizione, quando la “bomba” Mark Caltagirone scoppiò inattesa fra le mani della “banda D’Urso”, che la cavalcò con una maestria tale da ottenere risultati anche di dieci punti oltre le attese aziendali. Mediaset però è ben consapevole del potenziale di un programma del genere mandato in onda la domenica sera, quando come controprogrammazione c’è l’imbattibile e immancabile fiction di Raiuno. Qualunque essa sia, la fiction della domenica sera garantisce a Raiuno ascolti vincenti ogni settimana. Non si tratta quindi di risultati.

 

Perché “Live-Non è la D’Urso” chiude in anticipo, quindi? Di motivazioni ufficiali ancora non si parla. Le ipotesi che si possono fare vanno dalla volontà da parte dell’azienda di risparmiare – ed ecco qui il cambio di studio avvenuto recentemente, in coabitazione con altri programmi – all’esigenza di “utilizzare” la stessa conduttrice per un altro programma serale che dovrebbe essere di punta: Grande Fratello, però finalmente versione nip e non più il carrozzone pseudo vip guidato ormai da troppi mesi da Alfonso Signorini. Fanta tv? Forse, ma d’altro canto era stata la stessa Barbara D’Urso solo poche settimane fa a rassicurare Floriana Secondi, già vincitrice dell’edizione del Grande Fratello condotta proprio dalla stessa “Carmelita”, dopo l’esclusione della romana dall’Isola dei Famosi in merito a una futura partecipazione a un altro reality show. Che possa essere un indizio?

In ogni caso, i fan di “Live-Non è la D’Urso” non abbiano paura: il programma non è cancellato, è solo rimandato a settembre. Il serale dovrebbe infatti tornare in onda proprio alla ripresa dopo l’estate.

Al posto di “Live-Non è la D’Urso” Canale 5 punterà la domenica sera su Paolo Bonolis, dall’11 aprile arriverà in prime time con puntate speciali “Avanti un altro”, un modo per assicurare a costi comunque ridotti un contenuto più leggero e apprezzato dal pubblico della rete diretta da Giancarlo Scheri. La chiusura anticipata potrebbe diventare definitiva? Il talk show, secondo Tvblog, potrebbe non tornare in onda nemmeno il prossimo settembre.

In diverse interviste la D’Urso aveva assicurato l’arrivo dell’edizione nip del “Grande Fratello” ma al momento la trasmissione non occupa una casella nel palinsesto così come non sarebbe prevista una nuova stagione de La Dottoressa Giò. Non solo, per Tvblog, sarebbe a forte rischio anche la conferma di “Domenica Live” nella prossima stagione, lo spazio in onda nel giorno festivo è già in onda da tempo in formato ridotto alle 17.20.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button