Arte & Cultura

43rd MEDIGAMES A SAINT TROPEZ

I giochi mondiali della medicina e della sal te in concomitanza con le Olimpiadi in Francia si è svolta la 43rd edition di MEDIGAMES a Saint-Tropez, France, dal 16 al 23 June 2024.

cript async src="https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js">

 Saint-Tropez, senza dubbio uno dei villaggi più belli e famosi del mondo, situato in Francia sulle rive del Mediterraneo, è lo scenario dell’edizione 2024 dei MEDIGAMES. La fama internazionale di questa ex città corsara, divenuta negli anni una meta imperdibile per il jet-set mondiale, è ormai consolidata. Considerati il più grande raduno di professionisti del settore sanitario al mondo, i World Medical and Health Games (WMHG) si sono svolti  quest’anno dal 16 al 23 giugno 2024 a Saint-Tropez.

 

Creato nel 1978, questo evento riunisce ogni anno tra i 1.200 e i 1.500 partecipanti da tutto il mondo per una settimana di gare sportive. Le gare sono aperte a tutte le professioni mediche e consentono agli sportivi di ogni livello ed età di condividere la loro passione per lo sport.Le discipline proposte sono venti: calcio, tennis, tennis da tavolo, padel, judo, ciclismo, mountain bike, atletica, triathlon, corsa campestre, mezza maratona, pétanque, nuoto, nuoto in acque libere, judo, scacchi, basket 3×3, pallavolo, badminton e forza atletica.

 

Combinando sport e salute, il JMMS offre anche l’opportunità di partecipare a un simposio internazionale sulla medicina dello sport, co-presieduto dal dottor André Monroche, ex presidente della Società francese di medicina dell’esercizio e dello sport, e dal professor Xavier Bigard, direttore medico dell’Unione ciclistica internazionale (UCI).

 

L’Italia è stata rappresentata dal Dottor Andrea Tedesco, famoso chirurgo implantologo fiorentino, pluricampione italiano,  presente per difendere le 2 medaglie d’oro conquistate  sia nel ’22 che nel ’23 in Portogallo e in Columbia nella disciplina Judo.

 

Come ci dice il Dottor Tedesco: Lo star bene inizia dalla testa, un percorso che ognuno di noi dovrebbe seguire per stare bene e rallentare l’invecchiamento, con medicina, benessere, alimentazione e movimento, un percorso per la concentrazione, la memoria, l’agilità mentale e fisica. Il cervello è un muscolo che invecchia con il tempo ma se opportunamente stimolato, diventa longevo e forte.

 

I consigli? il movimento attraverso lo sport, la socializzazione, la curiosità, il sonno, il judo, camminare, grande attenzione alla cultura dell’alimentazione.

Principalmente dallo sport si apprende la cultura del rispetto, nel judo, prima di salire sul tatami, di iniziare un combattimento e di scendere, si fa il saluto al maestro, al Dojo e ai compagni in segno di rispetto.

Il Judo mi ha insegnato tanto, facendomi diventare la persona che sono diventato. Mi ha insegnato il rispetto, verso gli altri, verso i miei avversari. Mi ha insegnato a essere umile e leale, a non invidiare chi è migliore di me ma a provare a superarlo. facendomi capire che quando si cade ci si rialza sempre, proprio per raggiunge l’obiettivo prefissato.

Ho sempre pensato, anche come medico,  che insegnando il rispetto, sia per noi stessi che per gli altri, si cresca come persona per creare una società di persone migliori.

 

 

43° Medigames  – Saint Tropez

16/23 giugno

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio