Attualità

Boban è fuori dal progetto Milan

L’amministratore delegato ha preso la parola per una decina di minuti nello spogliatoio di San Siro dopo la rifinitura, annunciando che il dirigente è stato allontanato. Massima fiducia invece in Stefano Pioli. Presto il colloquio con Maldini e Massara

(Milano)- Boban “fuori” dal progetto Milan, massima fiducia in Pioli e nessun contatto con Ralf Rangnick. L’ad della squadra, Ivan Gazidis, ha preso la parola per una decina di minuti nello spogliatoio di San Siro dopo la rifinitura e ha fatto il punto della situazione con i giocatori sulle diverse tematiche, ricordando che tutti saranno giudicati sui risultati. L’amministratore delegato rossonero ha anche rivelato che parlerà presto con Maldini e Massara per definire il loro futuro.

Da giugno 2019 Zvonimir Boban,  storico centrocampista dei rossoneri , era il Chief Football Officer del Milan. Il ritorno di Boban in quello che era stato il suo club ha coinciso con il rientro di un’altra grande bandiera come Paolo Maldini. Nell’ottica della proprietà americana, Boban e Maldini dovevano rappresentare l’anima del Milan per riportare il club rossonero ai vecchi fasti. A causare la rottura tra Boban e il Milan è stato il rapporto conflittuale con Ivan Gazidis.

Il dirigente sudafricano è l’amministratore delegato del club e fedelissimo della proprietà americana. Boban e Gazidis non sarebbero stati d’accordo su alcune scelte della società. In particolare, il croato non avrebbe gradito il modus operandi di Gazidis che avrebbe contattato il tedesco Ralf Rangnick per affidargli la gestione tecnica del Milan nella stagione 2020-21: lo stesso ad ha smentito che ci sia stato un contatto.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio