Attualità

È morto Mohamed al-Fayed

Padre dell'ultimo compagno della principessa Diana È sempre stato considerato un outsider in Gran Bretagna, tollerato ma non accolto.

cript async src="https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js">

(Londra)-È morto Mohamed al-Fayed, il miliardario egiziano proprietario dei grandi magazzini Harrods e padre di Dodi al-Fayed, il compagno della principessa Diana che perse la vita con lei nell’incidente del ponte dell’Alma a Parigi il 31 agosto 1997. Mohamed al-Fayed aveva 94 anni: aveva iniziato la sua carriera vendendo bevande gassate e poi ha lavorato come venditore di macchine da cucire. Ha costruito la fortuna della sua famiglia nel settore immobiliare, navale ed edilizio, prima in Medio Oriente e poi in Europa.

La svolta è arrivata con l’incontro con la prima moglie, Samira Khashoggi, sorella del milionario saudita Adnan Khashoggi, che assunse nella sua attività di importazione in Arabia Saudita. Il matrimonio durò appena due anni poi nel 1966 al Fayed divenne consulente di uno degli uomini più ricchi del mondo, il Sultano del Brunei. Nel 1974 il trasferimento in Gran Bretagna. Cinque anni dopo acquista l’hotel Ritz di Parigi con il fratello Ali per 20 milioni di sterline. Nel 1985 rileva Harrods per 615 milioni di sterline, dopo una feroce guerra di offerte con il gruppo minerario Lonrho. Sotto la sua proprietà, il Fulham FC è passato dalla terza serie alla Premier League.

Sebbene al-Fayed sia stato proprietario di locali simbolo come Harrods, Fulham e l’hotel Ritz a Parigi, è sempre stato considerato un outsider in Gran Bretagna, tollerato ma non accolto. Ha litigato con il governo britannico per il rifiuto di concedergli la cittadinanza del Paese che è stato la sua casa per decenni e ha spesso minacciato di trasferirsi in Francia, che gli ha conferito la Legion d’Onore, la più alta onorificenza civile. Dopo la morte del figlio maggiore Dodi in un incidente d’auto insieme alla principessa Diana, al Fayed ha passato anni a interrogarsi sulle circostanze della loro morte. Nell’ultimo decennio, al Fayed era rimasto in gran parte lontano dalle luci della ribalta pubblica, vivendo nella sua villa nel Surrey con la moglie Heini.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio