Economia

Fmi, 5 sfide per l’Italia, da riforma tasse a burocrazia

Georgieva a Stati Generali, anche investimenti e concorrenza

(New York)- Ci sono cinque aree” che l’Italia dovrebbe affrontare e “credo che lo farà in modo efficiente”. Si tratta: “ridurre la burocrazia nella pubblica amministrazione; efficienza negli investimenti; riforma delle tasse e della loro riscossione per una ripresa più inclusiva e equa: allentamento delle regole per migliorare la concorrenza: le disparità regionali”.

BRUSSELS, Dec. 31, 2018 A coin and banknotes of the euro are seen in Brussels, Belgium, Dec. 28, 2018. On the eve of the euro’s 20th anniversary, European Union leaders lavished praise on the common currency on Monday, calling it ”one of the biggest European success stories.” On Jan. 1, 1999, 11 EU countries launched the euro and introduced a shared monetary policy under the European Central Bank. It is now the currency of 340 million Europeans in 19 EU member states. (Credit Image: © Zheng Huansong/Xinhua via ZUMA Wire)
Lo afferma il direttore del Fmi, Kristalina Georgieva, agli Stati generali in base al discorso pubblicato. “Queste sfide sono ben note e questo momento dovrebbe essere colto come un’opportunità per affrontarle e andare avanti”.
La numero uno del Fmi ha anche fatto i suoi complimenti all’Italia per la gestione dell’emergenza: “Bravo to Italy! Siete stati i primi a proteggere in modo aggressivo la popolazione – e facendolo avete protetto anche il successo di lungo termine dell’economia”.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio