CinemaGossip

Buon compleanno Maria Grazia Cucinotta

Diventata celebre a 26 anni per il suo ruolo ne Il postino al fianco di Massimo Troisi, l'attrice ha avuto una carriera importante anche all'estero.

(Isola Salina, Messina)- La splendida attrice messinese Maria Grazia Cucinotta, oggi compie 52 anni. Nata il 27 luglio 1968 a Messina, ha iniziato a farsi notare partecipando al concorso di Miss Italia, per poi avviare la sua carriera nel mondo della televisione e soprattutto del cinema. Celebre per aver interpretato il ruolo di Beatrice Russo nel film di Massimo Troisi “Il postino”, non ha mai dimenticato la sua città dove torna sempre volentieri e fa sentire la sua presenza anche per il forte impegno sociale e civile. Gli auguri per il suo compleanno con un omaggio che ci riporta indietro di venti anni anche se niente sembra aver intaccato la sua bellezza e il suo charme.

Diva siciliana, Maria Grazia Cucinotta si trasferisce in realtà molto giovane a Milano, subito dopo il diploma in analisi contabile. Nel capoluogo lombardo ha esperienze come modella e, dopo essere arrivata terza a Missa Italia nel 1987, inizia una carriera televisiva che la vede comparire come valletta al fianco di Renzo Arbore nel programma “Indietro tutta!” e di Zuzzurro e Gaspare ne “Il TG delle vacanze”. Ma la sua ambizione è il cinema. Dopo essere apparsa nel videoclip della canzone “Diamante” di Zucchero, nel 1990 arriva sul grande schermo esordendo nel film “Vacanze di Natale ’90”.

La svolta arriva però nel 1994, quando Massimo Troisi la sceglie per interpretare la sua partner nel film “Il postino”, diretto da Michael Radford. Sarà l’ultimo film dell’attore napoletano, che muore nel giugno dello stesso anno. Il ruolo della giovane, procace e riccioluta Beatrice Russo lancia la Cucinotta sul panorama del cinema italiano. Nel 1995 è ne “I laureati” di Leonardo Pieraccioni, uno degli artisti più in voga del momento. Recita poi al fianco, tra gli altri, di Raoul Bova ne “Il quarto re”, di Diego Abatantuono e Ricky Tognazzi in “Camere da letto” e di Gigi Proietti ne “L’avvocato Porta”.

Ma la carriera di Maria Grazia Cucinotta assume ben presto una dimensione mondiale. Nel 1999 mette a segno una doppietta di grande prestigio: prima è protagonista di un episodio della celebre serie tv “I Soprano”, poi diventa una Bond girl nel film “Il mondo non basta” della saga di 007. L’anno seguente partecipa all’opera corale “Ho solo fatto a pezzi mia moglie” insieme a star del calibro di Sharon Stone e Woody Allen. Nel corso degli anni continua la sua brillante carriera tra Italia ed estero lavorando con autori sia affermati sia giovani.

Maria Grazia Cucinotta, che tra le altre cose è anche stata madrina del Festival di Venezia nel 2009 e ha doppiato una puntata de “I Simpson” quattro anni prima, non è solo un’attrice. Nel 2005 ha iniziato un’importante carriera parallela di produttrice con il film a episodi “All the Invisibile Children” e proseguita con pellicole italiane e straniere. Una carriera che l’ha portata a più riprese in Cina. Qui ha portato nel 2015 il progetto italo-cinese “Magic Card” e con quel Paese ha stretto un legame particolare. Nel corso della sua carriera, Maria Grazia Cucinotta si è cimentata anche nei panni di regista e ha diretto infatti due cortometraggi: “Il maestro”, presentato a Venezia nel 2011, e “Il compleanno di Alice” (2017).L’8 settembre 2017, è stato pubblicato un album postumo, contenente inediti, dal titolo Armstrong, della cantautrice scomparsa Giuni Russo. Questo, è stato, per l’appunto, anticipato dall’uscita dal videoclip, in rotazione radiofonica dal 29 agosto, prodotto da Maria Antonietta Sisini e per la regia di Carlo Fenizi, di un brano estrapolato dall’album “Non voglio andare via”, con protagonista la stessa attrice Cucinotta.

Il 7 maggio 2019, ha aperto la Onlus Vite senza paura, per combattere forme di abuso come il bullismo, la violenza sulle donne, l’emarginazione[8], sostenendo il progetto Anche io ho denunciato di Sabrina Lembo.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button