Gossip

Regina Camilla, addio alle dame di compagnia

Mette fine a una delle tradizioni di corte in nome di una monarchia più snella e al passo con i tempi

(Londra)-La regina Camilla ha già dato il via a una piccola rivoluzione all’interno dei rigidi protocolli di Buckingham Palace e alle tradizioni storiche e ormai un po’ fuori tempo.Ha iniziato dalle dame di compagnia che, dopo aver affiancato tutte le Sovrane sin dal medioevo, ora lasciano il posto alle “compagne”. Come riporta la Bbc, saranno sei assistenti, scelte per lo più tra le amiche della moglie di re Carlo III, con mansioni ridimensionate e stipendio azzerato.

Non è solo un cambiamento formale quello voluto dalla regina Camilla. Il ruolo delle compagne sarà totalmente diverso rispetto a quello delle dame di compagnia che hanno assistito anche la regina Elisabetta. Saranno chiamate “Signore di casa” e non si occuperanno più della corrispondenza, delle pratiche amministrative o della pianificazione delle giornate, ma si limiteranno ad aiutare la moglie di re Carlo III durante gli eventi pubblici. Per il loro servizio non riceveranno uno stipendio, ma solo un rimborso spese.

La regina Camilla punta sulle amiche
Per questo nuovo ruolo, la regina Camilla ha scelto alcune sue amiche personali: la marchesa di Lansdowne, Jane von Westenholz, Lady Katharine Brooke, Sarah Troughton, Lady Sarah Keswick e la baronessa Chisholm. Inoltre ha anche nominato il maggiore Ollie Plunket come suo cavaliere, una sorta di assistente personale. Il nuovo assetto verrà ufficialmente presentato tra pochi giorni, durante il ricevimento per gli attivisti contro la violenza domestica e la violenza sulle donne.

Una monarchia più snella
La scelta della regina Camilla va di pari passo con l’idea di re Carlo III di una monarchia più snella e attuale, con pochi collaboratori fidati. Il Sovrano ha già licenziato o ricollocato ben 100 dipendenti di Clarence House, , e la sua opera di alleggerimento del carrozzone di corte è solo all’inizio. Anche William e Kate condividono il suo pensiero:  vorrebbero abolire inchini dal prortocollo , e preferirebbero poter essere chiamati per nome piuttosto che con titoli reali.

La fine di un’era
Quella della regina Camilla è una piccola rivoluzione che però testimonia la volontà di rompere con il passato e sancisce l’inizio di una nuova era a Buckingham Palace. La regina Elisabetta aveva sette dame al suo servizio. C’erano tra le altre Lady Farnham, scomparsa a 90 anni, che aveva il ruolo di Lady of Bedchamber, e Fortune Fitzroy, morta a 101 anni dopo aver ricoperto a lungo a palazzo l’incarico più prestigioso di Mistress of the Robes, e anche lei amica di vecchia data della Sovrana. Almeno in questo Camilla ha seguito la tradizione, scegliendo per il ruolo le amiche fidate.

Articoli correlati

Back to top button