Politica

Reddito dei politici 2020

Nel 2020 il premier ha dichiarato 158.474 euro, mentre il ministro dellʼInterno 229.160 euro.

(Roma)- Ammonta a 158.474 euro il reddito dichiarato nel 2020 dal premier Giuseppe Conte relativo al periodo d’imposta 2019, il primo anno da lui interamente dedicato alle istituzioni, con un calo di quasi un milione rispetto all’anno precedente, quando i primi mesi furono dedicati all’attività forense e all’insegnamento universitario. E’ quanto emerge dalla dichiarazione dei redditi pubblicata sul sito del Senato.

Conte più povero di un milione di euroNel 2019 il reddito di Conte è ammontato a 158.474 euro (link), mentre nel 2018 il premier (che ha assunto l’incarico di governo il primo giugno di quell’anno) ha dichiarato 1.155.229 euro. Il reddito del 2017, quando Conte ero ancora “solo” un avvocato e un docente, faceva segnare invece 370.314 euro .Lamorgese la più ricca tra i membri del governoDalle dichiarazioni patrimoniali dei politici disponibili in Rete, si evince che la più ricca è Luciana Lamorgese. Il ministro dell’Interno nel 2020 ha dichiarato 229.160 euro e ha liquidato tutte le azioni e i derivati tra aprile e maggio 2020. Dietro di lei c’è Conte e al terzo posto il ministro della Difesa,  dei ministri più ricchi si piazza Lorenzo Guerini. La titolare del Viminale ha dichiarato nel 2020 (periodo d’imposta 2019) 228.494 mila euro, risultando più ricca rispetto all’anno precedente, quando aveva dichiarato 160.876 mila euro. Nelle note di variazione, la ministra ha spiegato di aver liquidato tra aprile e maggio tutte le azioni e i derivati. Il ministro della Difesa ha invece dichiarato 128.687 mila euro. Al terzo posto dei ministri più ‘ricchi’ il titolare dell’Ambiente Sergio Costa, che ha dichiarato 100.377 (‘impoverendosi’ rispetto all’anno precedente, quando aveva dichiarato 104.272).

Si ‘impoverisce’ nel 2020 il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini: nel 2020 dichiara 78.565 mila euro, a fronte degli oltre 200 mila euro dichiarati nel 2019 (periodo d’imposta 2018). A seguire gli altri ministri, con redditi dichiarati che vanno dagli 80.542 del titolare della Salute, Roberto Speranza, ai 95.075 della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, fino ai 98.471 del ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, stesso reddito imponibile (98.471) del titolare della Farnesina, Luigi Di Maio (che ha dichiarato la stessa cifra anche nel 2019). Seguono il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, con 98.471 euro. Stessa cifra di Boccia dichiarano anche il ministro della Pubblica amministrazione, Fabiana Dadone, e il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. Poi ci sono il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, con 97.223 euro, il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, con 96.275 euro, il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, con 95.815 euro, il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, con 93.436 euro, il ministro del Sud, Giuseppe Provenzano, con 90.474 euro, il ministro per l’Innovazione, Paola Pisano, con 81.441 euro, il ministro della Salute, Roberto Speranza, con 80.542 euro.

Sotto gli 80mila euro dichiarati nel 2020 ci sono il ministro della Cultura, Dario Franceschini, con 78.545 euro, il ministra per le Pari Opportunità, Elena Bonetti, con 70.364 euro, il ministro per gli Affari europei, Vincenzo Amendola,  con 33.375 euro. Il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, dichiara 31.874 euro, a cui però vanno sommati i 78.760 euro percepiti da parlamentare europeo. Cala il reddito della Casellati, ma è più del doppio di quello di FicoReddito in calo per il presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati, che, però, continua a guadagnare più del doppio del numero uno della Camera, Roberto Fico. La seconda carica dello Stato ha un reddito imponibile di 256.739 euro, a fronte dei 301.598 euro dell’anno precedente. Resta invece identico il reddito del presidente della Camera: 98.471 euro.

Articoli correlati

Back to top button