Spettacolo

Marco Mengoni vince il Festival di Sanremo 2023

Sanremo 2023, vince Marco Mengoni: cronaca di un trionfo annunciato Si è chiusa la 73esima edizione del Festival. Secondo posto per Lazza, terzo Mr. Rain, quarto Ultimo e quinto Tananai.

(Sanremo)-Si è chiuso il Festival di Sanremo 2023: il vincitore della 73esima edizione è Marco Mengoni con “Due vite“.

 

Ha avuto la meglio nella votazione finale a cinque su Lazza, Mr. Rain, Ultimo e Tananai. Amadeus ha letto la lettera inviata dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Emozione e standing ovation in sala per le esibizioni di Gino Paoli e Ornella Vanoni, applausi ai Depeche Mode, ospiti internazionali della serata. Il premio della critica Mia Martini è stato assegnato a Colapesce Dimartino per “Splash”.La finale del Festival di Sanremo 2023 inizia come da tradizione ormai con l’Inno di Mameli. Quest’anno a suonarlo c’è la banda dell’Aeronautica militare, che quest’anno festeggia i 100 anni. Dopo l’elenco dei codici del televoto entra Gianni Morandi che interpreta alcune canzoni di Lucio Dalla, che quest’anno avrebbe compiuto 80 anni.

 Depeche Mode sul palco dell’Ariston

E’ quindi il momento degli ospiti internazionali. I Depeche Mode presentano il loro nuovo singolo, “Ghosts Again” e poi un grande successo del passato come “Personal Jesus”. Si ricomincia con la gara e c’è un’infilata con praticamente tutti i top della classifica. Si parte con Ultimo, completo bianco, che tenta il recupero su Mengoni. Segue Lazza, che ha dichiarato di voler fare di tutto per vincere. E poi tocca allo stesso Mengoni che tradisce un po’ di emozione.

 

Emozione per Gino Paoli

Sul palco dell’Ariston è il momento di Gino Paoli, accompagnato da Danilo Rea al pianoforte. Esegue “Una lunga storia d’amore”, “Sapore di sale” e “Il cielo in una stanza”. Il passaggio da Paoli a Rosa Chemical è abbastanza scioccante ma tant’è. Lui per concludere questa sua partecipazione sanremese decide di “lasciarsi andare all’amore”: così prima si struscia su Fedez seduto in prima fila,  poi lo porta sul palco e a fine canzone lo bacia  appassionatamente. Da Rosa Chemical si passa ad Achille Lauro, sul palco di Piazza Colombo. Si torna all’Ariston con i Cugini di Campagna e Madame in versione particolarmente desnuda.

 La gara prosegue con le esibizioni di Arieta, Mr. Rain, Paola e Chiara e Levante. Poi è il momento dell’altra ospite d’eccezione di questa serata: Ornella Vanoni. Stralunata scherza con Morandi, Amadeus e Fedez e interpreta in maniera magistrale alcuni suoi grandi successi con l’Ariston che non può che tributarle una standing ovation. Si riparte con la gara con LDA e i Coma_Cose che annunciano anche dal palco le loro prossime nozze. Olly è il ventesimo Big in gara, seguito da Articolo 31 e Will. Poi ancora gIANMARIA, Anna Oxa e Shari, che per la finale sceglie un outfit più comodo senza rischiare di cadere dalle scale. Chiudono Gianluca Grignani e Sethu.

La classifica finale

Dall’ultimo al primo posto: Sethu, Shari, Will, Anna Oxa, Olly, Levante, gIANMARIA, Cugini di campagna, Colla Zio, Mara Sattei, Leo Gassmann, Paola & Chiara, Articolo 31, LDA, Ariete, Coma_Cose, Gianluca Grignani, Modà, Colapesce Dimartino, Elodie, Rosa Chemical, Madame, Giorgia. La top 5 vede quindi Marco Mengoni, Ultimo, Mr. Rain, Tananai e Lazza. Per loro azzera tutto e riparte una nuova votazione divisa equamente tra demoscopica, televoto e sala stampa.

 

La lettera di Zelensky

Dopo le nuove esibizioni dei cinque finalisti  Amadeus legge la lettera inviata dal Presidente ucraino Volomydyr Zelensky che ringrazia il popolo italiano e si dice sicuro che l’Ucraina vincerà la guerra. E invita a Kiev i vincitori del Festival. Subito dopo si esibisce il gruppo rock ucraino Antytila.

 

I premi del Festival di Sanremo 2023

Prima del vincitore vengono assegnati i premi collaterali. Quello della critica “Mia Martini” va a Colapesce Dimartino per “Splash” così come quello della sala stampa Lucio Dalla. Invece il premio Sergio Bardotti per il miglior testo viene assegnato ai Coma_Cose per “L’addio”. Il premio Giancarlo Bigazzi per la miglior composizione musicale, assegnato dall’orchestra, va a Marco Mengoni con “Due vite”. Infine la classifica finale: al quinto posto Tananai, quarto Ultimo, terzo posto per Mr. Rain, secondo Lazza mentre il vincitore è Marco Mengoni.

Di seguito la classifica finale:

  1. Marco Mengoni – Due vite
  2. Lazza – Cenere
  3. Mr. Rain – Supereroi
  4. Ultimo – Alba
  5. Tananai – Tango
  6. Giorgia – Parole dette male
  7. Madame – Il bene nel male
  8. Rosa Chemical – Made in Italy
  9. Elodie – Due
  10. Colapesce Dimartino – Splash
  11. Modà – Lasciami
  12. Gianluca Grignani – Quando ti manca il fiato
  13. Coma_Cose – L’addio
  14. Ariete – Mare di guai
  15. LDA – Se poi domani
  16. Articolo 31 – Un bel viaggio
  17. Paola e Chiara – Furore
  18. Leo Gassmann – Terzo cuore
  19. Mara Sattei – Duemilaminuti
  20. Colla Zio – Non mi va
  21. Cugini di Campagna – Lettera 22
  22. gIANMARIA – Mostro
  23. Levante – Vivo
  24. Olly – Polvere
  25. Anna Oxa – Sali
  26. Will – Stupido
  27. Shari – Egoista
  28. Sethu – Cause perse
cript async src="https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js">

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio