#ioscattotuscrivi

#Labirinti Ad occhi chiusi, cerco Il passare di ogni singolo intreccio

Altro racconto della galleria #Ioscattotuscrivi dedicato in questo mese alla parola #Labirinti

Ad occhi chiusi, cerco
Il passare di ogni singolo intreccio
Un crocevia (sono speranze),
Poi un altro (sono errori).
Un muro, giro a destra,
Poi a sinistra: un abbaglio.
Apro gli occhi,
Sento che siamo vicini
A pochi pensieri di distanza
E mi sento sfiorare.
È un via vai di attimi, di promesse,
Di accenti e di intuizioni.
Noi giusti, noi sbagliati
Traditi e rigenerati,
Attraversiamo scorciatoie.
L’ossessione di una città
Annodata nei suoi fili,
Chiusa nei suoi portoni,
Che respira dal profondo
Attraverso le griglie della metropolitana.
Brulicare nelle viscere,
Le mie, le nostre, le tue.
Come corridoi infiniti,
Spettrali e silenziosi,
Senza soffitto (c’è una ragione?)
Ma soprattutto, dov’è l’uscita?
È lì, che arriva la tua mano,
Puntuale, calda, sangue fertile.
E mi sento portar via:
Come passa la febbre
Come soffia il vento
Senza guarire dal dolore.

𝗧𝗘𝗦𝗧𝗢 /@ALFIO_GRAM
𝗙𝗢𝗧𝗢/@LUCA10.04

Tags

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button
Close
Close