#ioscattotuscrivi

FIGURE MITOLOGICHE PARTE QUINTA: ‘O GUAGLIONE

Noto ai più come l’individuo metà ragazzo metà cellulare

Noto ai più come l’individuo metà ragazzo metà cellulare/treorechiusoinbagno/rispostacce, è in genere identificabile con il ragazzo 15/17 enne in piena tempesta ormonale.

All’apparenza uguale ad altri 843894479065 pari età, viene riconosciuto da colei che l’ha generato con due metodi unici e infallibili: il riconoscimento vocale e la traccia olfattiva.

Inevitabilmente l’adolescente in questione ha già cambiato la voce, ergo assorda l’ incauta genitrice con monosillabi accentati in do maggiore.

In essi c’è racchiuso un intero mondo di vaffa/lasciamiinpace/spariscichehodafare che la pigrizia cronica che affligge i ragazzi condensa in un ‘no’ in chiave di basso, perentorio e senza diritto di replica.

Onde evitare la sordità, si può optare per il secondo metodo: il riconoscimento olfattivo.

È scientificamente provato che gli adolescenti, a prescindere dal numero di lavaggi cui sottopongono le loro giovani membra, olezzano di ogni genere di odore molesto.

Dalla cipolla che alberga sotto le loro ascelle al cane morto che staziona stabilmente sotto i loro piedi, gli effluvi colpiscono le narici allertate delle malcapitate ‘fattrici’.

Mettete 10 mamme insieme e ognuna riconoscerà il proprio figlio dalla puzza di piedi della prole.

La caratteristica principale è, infatti, quella di essere resistente a ogni tipo di lavaggio e/o profumazione. Il calzino del ragazzo è rintracciabile a distanza, con un margine di errore prossimo allo zero.

Nonostante questo, intere generazioni di madri continuano imperterrite a sperare nel miracolo: la prima femmina che supererà il muro della puzza.

Un suo commento e gli ormoni tanto attivi nel produrre i maleodoranti effluvi finalmente saranno indirizzati a compiti più piacevoli.

E addio bagno libero.

 

?????/@SMEDY

????/@LAAW.RA

Tags

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button
Close
Close