#ioscattotuscrivi

#Labirinti #Tredicesimapenna

Altro racconto della galleria #Ioscattotuscrivi dedicato in questo mese alla parola #Labirinti

Vorrei poter scappare dai meandri dei mie torbidi pensieri. Sbrogliare i nodi di questa matassa, recidere quel filo che mi porta a te, Arianna.

Non tendermi la mano. I pendii dei tuoi seni sono mura invalicabili.

Non sfiorarmi. Le tue labbra sono solchi che affannano le mie fatiche.

Scappo, inciampo, mi ferisco. Come cani abbandonati ci diamo la caccia tra queste mura gelide e infinite.

Il deserto delle tue lacrime è il mio rifugio. Il mare dei tuoi silenzi, il mio conforto.

E il naufragar m’è dolce nel labirinto della tua anima.

𝗧𝗘𝗦𝗧𝗢 /@FR_.DESIGN._

𝗙𝗢𝗧𝗢/@GIULIAFIORELLINO

Tags

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button
Close
Close