Tecnologie

NEW PLAY

La casa giapponese parla dei progetti per il futuro e conferma la volontà di abbracciare una filosofia multipiattaforma

(Londra)-Il futuro è multipiattaforma per PlayStation: l’azienda nipponica ha presentato la sua strategia da qui all’anno fiscale 2025 nel corso di una presentazione tenuta dal presidente di Sony Interactive Entertainment, Jim Ryan, durante la quale è stata svelata la volontà di raggiungere un bacino d’utenza più ampio lanciando nuovi giochi su PC e dispositivi mobile.

Questo processo porterà al definitivo abbandono di PS4, che sarà supportata fino al 2024.Jim Ryan sembra avere le idee molto chiare per il futuro di PlayStation: durante la presentazione riservata ad analisti e membri della stampa, il presidente ha confermato come Sony stia cercando di aumentare la portata della sua divisione videoludica attraverso strategie mirate, come l’evoluzione del portfolio first-party, la realtà virtuale e il fenomeno dei Games as a Service.

Nel primo caso, Sony punta a espandere i suoi orizzonti con una crescita significativa del mercato PC e mobile, arrivando nell’anno fiscale 2025 a lanciare metà dei suoi giochi su PlayStation 5 e l’altra metà su PC (30%) e dispositivi Android o iOS (20%). La situazione sembra ben differente rispetto alla strategia attuale, che vede un 30% di giochi lanciati solo su PS5, un 40% di produzioni cross-gen per entrambe le console PlayStation (inclusa la “vecchia” PS4), un 20% riservato all’utenza PC e il restante 10% di giochi per mobile.

La crescita di PlayStation, supportata dall’espansione su nuovi lidi, passerà soprattutto dall’uscita di “giochi live-service”, con la casa nipponica che avrebbe in programma ben 12 progetti capaci di evolversi nel tempo, diventando vere e proprie “piattaforme” a sé stanti. Ciò che importa è che Sony continuerà a puntare sulle proprietà intellettuali esclusive, anche inedite: metà dei progetti in arrivo entro il 2025 sarà rappresentato da nuovi brand.

Sempre in tema di live-service, l’azienda non considera ancora il franchise di Destiny tra i progetti in cantiere visto che l’acquisizione di Bungie non è stata ancora finalizzata ufficialmente, ma Jim Ryan conferma che due progetti live-service arriveranno entro la fine di quest’anno, con i restanti dieci che saranno distribuiti tra il 2023 e il 2025: tre usciranno nell’anno fiscale 2023, quattro nell’anno successivo e gli ultimi due nell’anno fiscale 2025. Alcuni di questi giochi arriveranno anche su PC per massimizzare le possibilità di successo. Tra i giochi destinati a un simile trattamento sembra esserci spazio per il comparto multiplayer di The Last of Us: Parte 2, che dovrebbe prendere il nome di The Last of Us: Factions ed essere distribuito in versione standalone per consentire agli sviluppatori di Naughty Dog di supportarlo separatamente rispetto all’avventura principale.

 

Articoli correlati

Back to top button