Attualità

Il Papa: “Serve poco andare sulla Luna se poi non siamo fratelli sulla Terra”

Nel giorno dellʼAssunzione di Maria in Cielo, Francesco afferma: "Invochiamo la sua intercessione per tutte le situazioni nel mondo che più hanno sete di speranza: di pace, di giustizia, di una vita dignitosa"

(Città del Vaticano)- “Serve poco andare sulla Luna se non viviamo da fratelli sulla Terra”. Lo ha affermato il Papa all’Angelus di Piazza San Pietro, aggiungendo: “Oggi nell’Assunzione di Maria in Cielo, celebriamo una grande conquista. La Madonna ha poggiato i piedi in paradiso: non ci è andata solo in spirito, ma anche con il corpo, con tutta se stessa. Questo passo della piccola Vergine di Nazaret è stato il grande balzo in avanti dell’umanità”.

“La Vergine Maria, che oggi contempliamo nella gloria celeste, è ‘Madre della speranza’. Recentemente questo suo titolo è stato inserito tra le Litanie lauretane. Invochiamo la sua intercessione per tutte le situazioni nel mondo che più hanno sete di speranza: speranza di pace, di giustizia, speranza di una vita dignitosa”, ha proseguito Francesco che ha quindi augurato una buona festa dell’Assunta, oltre che ai presenti in Piazza San Pietro, “a coloro che sono in vacanza, come pure a quanti non hanno questa possibilità, specialmente agli ammalati, alle persone sole e a chi assicura i servizi indispensabili per la collettività”.

“È un bel gesto oggi recarsi a un Santuario per venerare la Madonna – ha ancora affermato -. I romani e quanti si trovano a Roma potrebbero andare a Santa Maria Maggiore, per pregare davanti all’immagine della Salus Populi Romani”.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio